F.O.A. Boccaccio 003 Sgomberato e Rioccupato

Ieri, 7 luglio 2011, all’alba si sono presentati davanti al F.O.A. Boccaccio 003, in via Durini, un’ottantina di uomini in divisa tra polizia, carabinieri e digos.

Durante l’irruzione nel centro sociale, non trovando nessuno, hanno ripiegato sugli arredi dei piani superiori, danneggiandoli.

Questo sgombero è l’ennesima azione delle forze dell’ordine al servizio di una proprietà sorda alle trattative in corso con gli occupanti, libera di agire senza preavviso e libera di lasciare gli spazi in degrado per il solo tornaconto economico.

Con questo gesto si è cercato di spazzare vie le tante attività createsi al suo interno, dalla scuola di italiano per stranieri alle attività per i bambini, passando per gli eventi musicali, teatrali ed artistici.

Si è tentato di interrompere l’attività delle centinaia di giovani riuniti per far tornare a vivere uno spazio abbandonato a se stesso, abbandonato dagli stessi che ora ne rivendicano con forza la proprietà.

Ma quasi nove anni di lotte han dimostrato che questa dinamica repressiva non è la soluzione.

La sera stessa, i compagni hanno rioccupato lo storico stabile in via Boccaccio 6, denunciando il degrado in cui versa lo spazio, rimasto inutilizzato e ben lontano da qualsiasi forma di riqualificazione paventata dalla proprietà quando, nel 2008, furono sgomberati.

Il GTA dà solidarietà ai compagni del Boccaccio e sostiene la loro lotta contro un’amministrazione, la cui unica sua risposta finora è stata la mera repressione.

Uniti nella lotta, per l’autorganizzazione degli spazi sociali!.

Gruppo Territoriale Autorganizzato


Comments are closed.